IMMEGGERSI IN ITALIA

IMMEGGERSI IN ITALIA

IMMEGGERSI IN ITALIA

Spesso sentiamo dire che il nostro bel paese ha più coste che montagne, una simpatica battuta che ci da il peso di cosa può essere questa disciplina in Italia, così oggi vogliamo portarvi in un viaggio attraverso alcune sue mete.

Le Mete del Nord per il Sub

Forse la vista e la visita del Castello di Miramare basterebbe ad appagare la voglia di bellezza: il suo profilo turrito colorato di bianco risplende sul fondale scuro delle rocce e dei boschi sul promontorio di Grignano, scelto a metà 800 da Massimiliano D’Asburgo come sua residenza d’elezione. Ma le acque che contornano Miramare e il suo castello sono altrettanto fascinose e tanto preziose da essere tutelate dalla più piccola area protetta italiana. Basta guadagnare qualche metro di profondità e qualche pinnata per trovare una scogliera abitatissima da corvine, castagnole, saraghi e scorfani, così diventa una delle mete più popolate per vedere molti pesci.

Il promontorio di Portofino è un grande classico per le immersioni. Una riserva naturale e questo comporta delle regole stringenti per la pratica della subacquea: niente immersioni notturne, e discese con attrezzatura ed erogatore solo con l’accompagnamento di diving autorizzati. I protagonisti sono i fondali che accolgono tantissime specie marine e pesci di ogni tipo. Gli accessi migliori sono la spiaggia del Cannone o Porto Pidocchio. Tante le immersioni emozionanti tra relitti, pareti e grotte: da Punta Chiappa levante, ricca di cernie, alla Grotta dell’Eremita, tra coralli rossi, murene e gorgonie. Sulle rocce di corallo rosso e madreporario giallo si trovano facilmente aragoste, astici e murene, e nella stagione calda pinneggiano anche pesci luna. Poi c’è il Cristo degli Abissi, una tappa quasi irrinunciabile.

Il Centro Sud, bello anche sott’acqua

Il Centro Sud, bello anche sott’acqua
Il Centro Sud, bello anche sott’acqua

Che il mare delle Tremiti sia meraviglioso lo sanno bene i tanti che frequentano le nostre coste, vero e proprio “paradiso naturale” immerso nel verde di San Domino – la più grande tra le isole al largo del Gargano. Ma la scoperta continua anche sott’acqua, dove i fondali, protetti dall’area marina all’interno del parco nazionale del Gargano, riservano colori e forme stupefacenti. Moltissimi gli spot che richiamano i subacquei, soprattutto lungo le coste di Caprara, l’isola disabitata che è un vero e proprio eden naturale: per esempio la secca di Punta Secca, Scoglio del Corvo, Punta di Cala dei Turchi, Secca della Vedova, ma anche le altre isole regalano fondali superlativi: a San Nicola – ricchissima di spugne – da non perdere la Secca del Ferraio, a San Domino Punta Secca e Rondinelle.

Qui apriamo il panorama sottomarino anche agli appassionati del mare che però non scendono al di sotto della superficie. L’arcipelago toscano è infatti l’ideale per fare i curiosoni a pelo d’acqua, giocare a chi vede più pesci aguzzando la vista, senza doversi armare di particolare attrezzatura. Snorkeling, quindi. Ma se dovessimo scegliere un punto dove avventurarsi nel blu è l’isoletta di Giannutri. Le pareti rocciose sono infatti una cornice che esalta tantissimi i colori dei pesci e delle creature marine, oltre alla vegetazione del mare, che qui è rigogliosa.